Dopo la tragedia dello scorso anno avvenuta il 13 gennaio, che ha visto l’affondamento della nave Costa Concordia, di proprietà Costa Crociere, all’isola del Giglio, l’azienda è pronta a ripartire e sembra non aver subito troppe perdite dopo questo caso. L’azienda del settore crocieristico più importante d’Italia infatti, nel 2013 e anche nel 2014, cercherà di espandersi ulteriormente, con una campagne di reclutamento di personale, soprattutto giovani, per il lavoro, ma anche di rafforzamenti di alcuni settori dell’azienda, e con altre unità navali in arrivo.

Infatti il 2013 per Costa Crociere riparte con un grande ed ottimistico annuncio di lavoro: quella di una prossima selezione e di conseguenza, assunzione, di altre ben 800 persone nel gruppo navale. Lo stesso amministratore delegato del gruppo Costa Crociere, Michael Thamm, si è detto pronto a riportare in auge il made in Italy crocieristico proprio in una recentissima intervista al quotidiano Secolo XIX. Il CEO ha infatti affermato che a breve partirà una campagna di recruitment per poter assumere personale per Costa Crociere: 200 persone saranno collocate alla base, ovvero la sede centrale di Piccapietra, mentre i restanti 600 andranno a coprire i posti di lavoro direttamente a bordo, nella sezione hotel delle navi.

costa crociere

La nave Costa Fortuna di Costa Crociere

Le altre novità del 2013 per Costa Crociere saranno anche i nuovi scali italiani, ed inoltre lo stesso amministratore delegato ha affermato che si darà priorità anche ad altre importantissime questioni: innanzitutto il rafforzamento di alcuni particolari dipartimenti come il Contact Center, ovvero il centro di prenotazioni e di assistenza alla vendita. Sempre durante l’intervista rilasciata al giornale, l’amministratore delegato ha anche ricordato l’arrivo nell’ottobre 2014 di una nuova unità navale di Costa Crociere: si tratta di Costa Diadema, che a quanto ha spiegato Michael Thamm, impiegherà diverse forze lavorative, circa 3500 persone tra lavoratori Fincantieri ed indotto.

Costa Diadema si preannuncia come la nave più grande del mercato italiano e seguirà itinerari nuovi e differenti dagli attuali, che comprenderanno le zone del Mar Mediterraneo, le Isole Canarie, gli Emirati Arabi, il Sud America e anche i Caraibi. Ovviamente anche questa nuova unità navale porterà altro lavoro, e creerà nuovi posti da ricoprire per le varie mansioni. Con un peso di 132.500 tonnellate di stazza lorda e della capacità di 4.947 passeggeri, sarà la più grande nave battente bandiera italiana che solcherà i mari. La nuova Costa Diadema sarà una nave bella e confortevole per le sue dimensioni e i raffinati arredi.

Commenta